Diritto di credere. Diritto di non credere
Diritto di credere. Diritto di non credere
Con il filosofo Giulio Giorello
Centro Balducci - venerdì 18 gennaio, ore 20:30
Un nuovo appuntamento del ciclo di incontri “Il diritto e il dovere di avere diritti”.
Ospite della serata sarà Giulio Giorello che parlerà e discuterà sul tema “Il diritto di credere e di non credere – Il dubbio tra scienza e fede”.
Gli interventi introduttivi saranno di don Pierluigi Di Piazza, responsabile del Centro Balducci, e di Gianpaolo Carbonetto.
Seguiranno il dibattito con il pubblico e un momento conviviale.

Personaggio estremamente eclettico, Giulio Giorello spazia con disinvoltura, ma anche con grande rigore e competenza in svariati campi con la scienza, l’epistemo­logia, la fede, la religione, l’etica e la politica lasciando sempre una traccia profonda e feconda. Uno dei diritti fondamentali, dei quali Giorello si è spesso occupato, è quello di porsi con assoluta libertà d’animo nei confronti del massimo mistero, quello dell’esistenza, o meno, di un’entità superiore e creatrice. E questa libertà di scelta si basa – e contemporaneamente nutre – sul di­ritto alla libertà di pensiero, all’errore, alla ricerca scienti­fica, alla ricerca sociale per il bene comune. Dall’assunto del titolo, insomma, si partirà per un viaggio affascinante tra le varie sfaccettature dell’essere umano e sulla sua insopprimibile spinta al miglioramento indivi­duale e collettivo.

Giulio Giorello, si è laureato in filosofia e in matema­tica. Ha quindi insegnato dapprima Meccanica Razio­nale alla Facoltà di Ingegneria dell’Università di Pavia, per poi passare alla Facoltà di Scienze all’Università di Catania, a quella di Scienze naturali dell’Università dell’Insubria e al Politecnico di Milano. Attualmente ri­copre la cattedra di Filosofia della scienza che fu del suo mentore Ludovico Geymonat all’Università di Milano; è stato inoltre presidente della Società Italiana di Logi­ca e Filosofia della Scienza. Dirige, per l’editore Raffa­ello Cortina, la collana Scienza e idee. Collabora, come elzevirista, alle pagine culturali del Corriere della Sera.

Giorello ha diviso i suoi interessi tra lo studio di critica e crescita della conoscenza con particolare riferimen­to alle discipline fisico-matematiche e l’analisi dei vari modelli di convivenza politica; infatti, dalle sue prime ricerche in filosofia e storia della matematica, i suoi in­teressi si sono poi ampliati verso le tematiche del cam­biamento scientifico e delle relazioni tra scienza, etica e politica, della fede e della religione. Nel 1981 ha curato con Marco Mondadori l’edizione italiana di Sulla libertà di John Stuart Mill.

Ha scritto moltissimi libri tra cui Le ragioni della scienza, Quale Dio per la sinistra? Note su democrazia e violenza, Lo specchio del reame. Riflessioni su potere e comunicazione, Pro­meteo, Ulisse, Gilgamesh. Figure del mito, Di nessuna chiesa. La libertà del laico, Dove fede e ragione si incontrano?, Libertà. Un manifesto per credenti e non credenti, Lo scimmione intelligente. Dio, natura e libertà, Lussuria. La passione della conoscenza, Senza Dio. Del buon uso dell’ateismo, Il tradimento in politica, in amore e non solo.

Scarica PDF (132kB)
Calendario
<< < novembre 2022 > >>
dom lun mar mer gio ven sab
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
Promozione Culturale
Ultime Notizie
Eventi futuri
Agenda anno in corso
Storico Eventi
Convegni
Premio Honor et Dignitas
 
I nostri percorsi
Riflessioni di Don Pierluigi Di Piazza
Immigrazione
Pace
Presentazione libri
Rete di diritti di cittadinanza
Video
 
Associazione - centro di accoglienza "E. Balducci" ONLUS
Piazza della Chiesa, 1 - 33050 Zugliano (Udine)
email: segreteria@centrobalducci.org