Gli occhi dell'Africa
Gli occhi dell'Africa
5^ rassegna di cinema africano
Dal 3 novembre a Pordenone, Udine e Gemona
Gli occhi dell'Africa

Tutte le proiezioni di Pordenone si terranno presso la Sala Grande di Cinemazero, alle ore 20.45, a ingresso libero.

A Pordenone la rassegna si apre con un padrino d'eccezione: il missionario comboniano Alex Zanotelli, che sarà presente a inizio serata.

A seguire la proiezione del film UN HOMME QUI CRIE di Mahamat-Saleh Haroun (Francia/Belgio/Ciad 2010, 87′), Gran Premio della Giuria al Festival di Cannes 2010 e Premio del Pubblico al Festival del Cinema Africano di Milano 2011.

Il Ciad di oggi. Adam, un sessantenne che è stato un campione di nuoto, insegnante alla piscina dell’Hotel di lusso a N’Djamena, è costretto a lasciare il suo posto di lavoro al figlio Abdel quando l’albergo è acquistato da imprenditori cinesi. Soffre della situazione, che vive come una degradazione sociale. Il Paese è in balia della guerra civile e i ribelli armati minacciano il governo al potere che chiede alla popolazione un “sacrificio di guerra”: del denaro o l’arruolamento dei figli. Adam è assillato dal suo responsabile di zona perché adempia al suo dovere. Ma Adam non ha denaro, ha soltanto il suo unico figlio…

Partita come una sorta di sfida, da cinque anni questa rassegna itinerante di cinema africano si profila come un incontro di sguardi: gli sguardi africani sui loro Paesi e sul “nostro” mondo; gli sguardi italiani su ciò che gli africani ci raccontano di sé, ma anche su cosa ci dicono di noi.

Sguardi sempre diversi, perché sempre diverse sono le pellicole che proponiamo di anno in anno.

Questa edizione si contraddistingue per la particolare attualità delle tematiche affrontate. Lampedusa, ad esempio, filmata da chi ha avuto la vita salva grazie a quest’isola.

E poi il lavoro in Africa, alle prese con la globalizzazione e “l’intraprendenza” cinese. Ma anche in Italia, con un film pensato e girato a Trieste sulla condizione degli ambulanti africani, all’interno di una serata dedicata al tema dello sfruttamento lavorativo e della tratta di esseri umani. Si racconteranno le attività di contrasto al fenomeno, portate avanti dalla Regione Friuli Venezia Giulia insieme alle Caritas di Udine e Pordenone e al Comitato per i diritti civili delle prostitute.

O ancora la primavera araba, con una prima cronaca in tempo reale della rivoluzione.

Diverse prospettive che si incrociano, dunque, per favorire l’incontro e il confronto tra le culture. Emblematico il titolo del film triestino, titolo che richiama, neanche a farlo apposta, il senso dell’iniziativa: guardando “con gli occhi dell’altro” la prospettiva cambia, si impara a conoscersi, a sospendere i pregiudizi e a convivere.

Il programma completo sul sito di CINEMAZERO

Sotto il depliant in pdf (393 kb)
Scarica PDF (393kB)
Calendario
<< < agosto 2019 > >>
dom lun mar mer gio ven sab
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
Promozione Culturale
Ultime Notizie
Eventi futuri
Agenda anno in corso
Storico Eventi
Convegni
Premio Honor et Dignitas
 
I nostri percorsi
Riflessioni di Don Pierluigi Di Piazza
Immigrazione
Pace
Presentazione libri
Rete di diritti di cittadinanza
Video
 
Associazione - centro di accoglienza "E. Balducci" ONLUS
Piazza della Chiesa, 1 - 33050 Zugliano (Udine)
email: segreteria@centrobalducci.org