CONCERTO E PREMIO LE METRONOME 2016
CONCERTO E PREMIO LE METRONOME 2016
Seconda edizione
Centro Balducci, giovedì 26 maggio, ore 20:30
CONCERTO E PREMIO LE METRONOME 2016
Seconda edizione
Centro Balducci, giovedì 26 maggio 2016, ore 20:30

Il 26 maggio prossimo alle ore 20:30 al Centro Balducci di Zugliano, ci sarà la festa METRONOMI & ROSE per la consegna della seconda edizione del PREMIO LE METRONOME insieme ad un Concerto dedicato alla diffusione delle opere musicali scritte da compositrici.
Il Concerto, presentato da Giusy Cozzutti, avrà il programma composto da opere di compositrici di diverse nazionalità, scritte in un arco di tempo che copre circa 900 anni. Sarà una sorta di campione della creatività musicale femminile, tante volte negata nei manuali di Storia della Musica, nella programmazione dei teatri e nei media.
 
In questa prospettiva, il PREMIO LE METRONOME 2016 quest’anno è stato assegnato all’instancabile musicista, compositrice, ricercatrice, scrittrice, animatrice culturale e insegnante romana Giovanna Marini, che ci sarà in persona a ritirare il premio. L’ingresso è libero.
 
In allegato, il programma in pdf.

Progetto e Organizzazione: Le Metronome (Alberto Chicayban e Michele Pucci) www.lemetronome.org



Il Progetto METRONOMI & ROSE
Alberto Chicayban
Se domandassimo a 100.000 persone se conoscono i nomi di alcuni compositori di musica concertistica colta, la maggioranza riuscirebbe forse a pronunciare quelli ultra noti di Bach, Mozart o Beethoven.
Invece se la domanda riguardasse nomi di compositrici, forse di nomi non ne verrebbe in mente nemmeno uno. Neanche donne con buona formazione tecnico-musicale, o vere professioniste della Musica, saprebbero menzionare anche una sola compositrice al di fuori, forse, di Clara Wieck Schumann (1819-1896). È anche vero, però, che tante enciclopedie, dizionari musicali, trattati di Storia della Musica ed opere di pedagogia musicale ignorano del tutto l’immagine della compositrice, come se non fossero mai esistite donne con il talento della creazione musicale.
Una valutazione rispetto ai libri di Storia della Musica pubblicati negli Stati Uniti d’America tra il 1979 e il 1985 ha rivelato alcuni dati significativi: più del quarantacinque percento di tutti quei libri menzionava una o nessuna compositrice, mentre il diciotto percento ne indicava solo tre o più. Sono passati trent’anni da quella ricerca, ma la situazione nel mondo è esattamente la stessa, nonostante l’interessamento accademico qui e là. Tra la poliedrica Hildegard Von Bingen (Germania, 1098–1179) e Sofija Asgatovna Gubajdulina (Russia, 1931), nata ad ottocentotrentatre anni di distanza dalla prima, ci sono state certamente decine di compositrici geniali o, come minimo, interessanti. Dove sono finite le loro opere?
Attenzione, però. Non si tratta qui di invocare una sciocca par condicio fra compositori e compositrici, ma di evidenziare l’assurda perpetuazione di un grave errore storico: quello di non prendere in considerazione la musica delle compositrici nelle opere informative e didattiche, nella programmazione culturale dei mezzi di informazione e anche nell’organizzazione di concerti.


Scarica PDF (482kB)
Calendario
<< < dicembre 2021 > >>
dom lun mar mer gio ven sab
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
Promozione Culturale
Ultime Notizie
Eventi futuri
Agenda anno in corso
Storico Eventi
Convegni
Premio Honor et Dignitas
 
I nostri percorsi
Riflessioni di Don Pierluigi Di Piazza
Immigrazione
Pace
Presentazione libri
Rete di diritti di cittadinanza
Video
 
Associazione - centro di accoglienza "E. Balducci" ONLUS
Piazza della Chiesa, 1 - 33050 Zugliano (Udine)
email: segreteria@centrobalducci.org