BUEN VIVIR
BUEN VIVIR
Per una nuova democrazia della terra
Udine - Trieste - Pordenone - Gorizia - 13, 14, 15 e 16 gennaio 2010

I paradossi dei nostri tempi. Un altro orizzonte: ripensare il paradigma di civiltà riunificando cultura e natura. Dai conflitti ecologici distributivi la nascita delle nuove soggettività. Nuove pratiche e linguaggi per superare la rottura del contratto sociale.

L'umanità è immersa in una crisi inedita, le cui cause vanno indagate in profondità. Cause complesse che mettono in luce l'insostenibilità politica e sociale di un modello di sviluppo che ha dimostrato la sua inadeguatezza e che pone domande forti, legate alla sopravvivenza stessa dell'uomo sul pianeta.
Concetti e strumenti come riformismo e rivoluzione non riescono oggi ad affrontare e a risolvere problemi così complessi e interdipendenti.

La conseguenza è un altro enorme paradosso: vivere un tempo in cui vengono poste domande forti ma le risposte appaiono estremamente deboli.
Domande come: esiste un'alternativa al modello capitalista? è realizzabile migliorare la vita di miliardi di persone tenute ai margini? si può coniugare l'economia con la difesa dell'ambiente? è possibile sperimentare un nuovo patto sociale e ripensare le forme della rappresentanza?

Dall'America latina all'Asia, all'Africa, a molte comunità e territori del Nord del mondo i conflitti ambientali e sociali hanno creato le condizioni per la formazione di un campo nuovo. Una sociologia dell'assenza che a partire dalla democrazia deliberativa e dalla responsabilizzazione collettiva lavora alla costruzione di un nuovo paradigma di civiltà, fondato sul buen vivir e su una relazione armoniosa con la natura.
Educazione popolare, autogoverno, orizzontalità, giustizia sociale, mutualismo, creatività e decolonizzazione del potere sono gli strumenti e le pratiche che l'ecologismo dei poveri utilizza per costruire una democrazia della Terra.
Il protagonismo dei movimenti indigeni, dei movimenti impegnati per la difesa dei beni comuni e per i diritti di cittadinanza mette in luce la rottura del contratto sociale e la necessità di ridefinirlo a partire dalle nuove condizioni poste dalle crisi.

Giuseppe De Marzo, economista, attivista e portavoce dell'Associazione A SUD


ECCO TUTTE LE DATE PER IL F.V.G.

Udine
13 Gennaio presso la Libreria Friuli ore 18.00
Via Dei Rizzani,1/3

Interverranno:

  • Don Pierluigi Di Piazza
  • Lisa Lombardini A Sud FVG
  • Giuseppe De Marzo

Trieste
14 Gennaio presso la libreria Minerva ore 18.00
Via San Nicolò, 20

Interverranno:

  • Lisa Lombardini - A Sud FVG
  • Giuseppe De Marzo
  • Roberto Cosolini - segretario del PD
  • Dott. Giorgio Tamburlini - Pediatra consulente OMS

Pordenone
15 Gennaio presso la Casa del Popolo di Torre ore 20. 45
Via Carnaro, 10

Interverranno:

  • Lisa Lombardini - A Sud FVG
  • Giuseppe De Marzo

in collaborazione con:

  • Arci Tina Merlin di Montereale
  • Ass. Argentina Vientos del Sur
  • Ass. Nazionale Italia Cuba -  Circolo pordenoneseGino Donè
  • Ass Immigrati di San Vito al Tagliamento
  • Comitato 25 Aprile

Gorizia
16 Gennaio presso Libreria Ubik ore 16.00
Corso Giuseppe Verdi, 119

Interverranno:

  • Lisa Lombardini - A Sud FVG
  • Giuseppe De Marzo

Le presentazioni del libro sono organizzate dall'Associazione A SUD Ecologia e Cooperazione ONLUS

per informazioni: fvg@asud.net - lisalombardini@gmail.com - 349 0844157

LEGGI L'INTERVISTA A GIUSEPPE DI MARZO

LEGGI LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO SUL SITO DELL'EDITORE


Calendario
<< < ottobre 2021 > >>
dom lun mar mer gio ven sab
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
Promozione Culturale
Ultime Notizie
Eventi futuri
Agenda anno in corso
Storico Eventi
Convegni
Premio Honor et Dignitas
 
I nostri percorsi
Riflessioni di Don Pierluigi Di Piazza
Immigrazione
Pace
Presentazione libri
Rete di diritti di cittadinanza
Video
 
Associazione - centro di accoglienza "E. Balducci" ONLUS
Piazza della Chiesa, 1 - 33050 Zugliano (Udine)
email: segreteria@centrobalducci.org