“JAZZ GHETTO”
“JAZZ GHETTO”
documentario di Danilo Koren
Zugliano - Centro Balducci - Sala Mons. Luigi Petris - sabato 05 febbraio 2011 - ore 20.30

Nei 48 minuti di questo documentario si è cercato di scavare nella vita artistica di Claudio Cojaniz, pianista originario di San Giorgio di Nogaro, ben conosciuto nel mondo della musica jazz regionale e nazionale.

Il regista ha documentato i suoi numerosi ed eclettici progetti: il recente AP Trio (con Alessandro Turchet e Luca Colussi), la sua N.I.O.N. Orchestra, l’indimenticabile piano solo sulla spiaggia di Santa Teresa Gallura, il lavoro in trio con Giovanni Maier e U.T. Gandhi insieme al Coro dei giovani ragazzi della Scuola di Musica di Mortegliano, le opere “Il Mancino” ed “Il Rovescio della Rosa”, la sua più antica band (i DK Blues) fino al recente concerto per organo nella Basilica dei Frari a Venezia.

Accanto alle immagini di prove e concerti, non mancano aneddoti ed interviste ai suoi compagni di viaggio. Proprio lo stesso titolo “Jazz Ghetto”, che può risultare ambiguo, trova in parte interpretazione attraverso le parole di un intervistato “Una nazione che non sostiene la cultura è una nazione in declino!”

Claudio Cojaniz, però, non perde tempo in lamentele e va dritto avanti per la sua strada con determinazione, professionalità ed entusiasmo che trovano fonte nel suo amore totale per la musica. Lui stesso spiega “Un musicista, in ultima analisi, non è solo testimone del suo tempo, ma è anche testimone della vita in generale … un musicista non può essere una persona che “arreda” il mondo: un musicista, uomo o donna che sia, è una persona che “interpreta” il mondo!”

“Claudio” – racconta un amico – “possiede un instancabile desiderio di trovare la forma che meglio trasfigura/esprime il suo mondo: un mondo ricco di grandi passioni, sentimenti ed intellettualità”.
Un altro dei commenti degli intervistati: “… è stata una serata magica: un musicista jazz, innamorato del blues, ex musicista di musica contemporanea, che si trova in una Basilica di fronte ad un organo del 1910! Veramente una cosa fuori da ogni logica … forse!”

Danilo Koren, regista di questo documentario, sostiene che è difficile fare un bel film od un bel documentario, sia che si possa contare su di un sostegno economico o meno! Lo stesso Koren prosegue affermando che se un regista dispone di una buona “materia prima”, forse può creare lo stesso un’opera valida e Claudio Cojaniz è sicuramente un’ottima “materia prima”!

“Jazz Ghetto” è stato totalmente autofinanziato ed esiste solo grazie alla buona volontà delle persone che gravitano intorno alla vita professionale e privata del pianista Claudio Cojaniz.

Notizie correlate
27/01/2009
Giornata della Memoria
27/01/2010
GIORNATA DELLA MEMORIA
27/01/2011
GIORNATA DELLA MEMORIA
Calendario
<< < gennaio 2020 > >>
dom lun mar mer gio ven sab
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
Promozione Culturale
Ultime Notizie
Eventi futuri
Agenda anno in corso
Storico Eventi
Convegni
Premio Honor et Dignitas
 
I nostri percorsi
Riflessioni di Don Pierluigi Di Piazza
Immigrazione
Pace
Presentazione libri
Rete di diritti di cittadinanza
Video
 
Associazione - centro di accoglienza "E. Balducci" ONLUS
Piazza della Chiesa, 1 - 33050 Zugliano (Udine)
email: segreteria@centrobalducci.org