Le donne scendono in piazza per la dignità
Le donne scendono in piazza per la dignità
Simbolo della protesta una sveglia
Località varie, domenica 13 febbraio 2011

Anche le donne del Friuli Venezia Giulia si mobilitano per dire basta alla mercificazione del corpo femminile e per rivendicare la dignità del gentil sesso. L'appuntamento è per domenica 13 febbraio a Trieste alle ore 11.00 in Piazza Unità d’Italia (davanti alla Prefettura), mentre a Udine alle ore 14.00 in piazza San Giacomo. Anche a Tolmezzo sono previste manifestazioni (vedi sotto).

In Italia la maggioranza delle donne lavora fuori o dentro casa, crea ricchezza, cerca un lavoro ( e una su due non lo trova ), studia, si sacrifica per affermarsi nella professione che si è scelta, si prende cura delle relazioni affettive e familiari, occupandosi di figli, mariti, genitori anziani. Ha considerazione e rispetto di sé, della libertà e della dignità femminile ottenute con il contributo di tante generazioni di donne che hanno costruito la nazione democratica. “Oggi la dignità della donna nel nostro Paese è messa in pericolo dalla ripetuta, indecente, ostentata rappresentazione delle donne come nudo oggetto di scambio sessuale, offerta da giornali, televisioni, pubblicità”, dicono gli organizzatori. Le donne scendono in piazza per dire basta a una cultura diffusa che propone alle giovani generazioni un modello secondo cui è possibile raggiungere mete scintillanti e facili guadagni offrendo bellezza e intelligenza al potente di turno, disposto a sua volta a scambiarle con risorse e ruoli pubblici. 

I motivi della protesta. Basta a una mentalità e a comportamenti che inquinano la convivenza sociale e l’immagine in cui dovrebbe rispecchiarsi la coscienza della nazione e che, di conseguenza, hanno fatto superare la soglia della decenza. Basta a un modello di relazione tra donne e uomini, ostentato da una delle massime cariche dello Stato, che incide profondamente negli stili di vita e nella cultura nazionale, legittimando comportamenti lesivi della dignità delle donne e delle istituzioni. In occasione della manifestazione gli organizzatori invitano i partecipanti a portare una sveglia, come simbolo del risveglio delle coscienze. 

Carnia. Seguendo la scia nazionale della giornata di mobilitazione in favore delle donne e dell’immagine delle stesse, troppo bistrattata in questo periodo storico, anche le donne della Carnia sono pronte a scendere in piazza.
L'appuntamento è dalle 10.30 alle 14.30, domenica 13 febbraio, quando in piazza XX settembre, a Tolmezzo ci sarà una distribuzione di volantini informativi, sull'attuale e sulla passata situazione delle donne in Italia. A seguire, dalle 15:30 nell’albergo Roma, ci sarà un dibattito aperto a tutti sulla discussione dell’immagine della donna. Libero da qualsiasi credo politico. “ Ci dobbiamo riappropriare della nostra immagine – dicono le organizzatrici - basata sul merito e non sulla fisicità o disponibilità verso il più potente per giungere a posti ambiti. Le donne che accettano di scendere a questi compromessi non rappresentano la maggior parte di tutte noi, anzi rovinano e distruggo anni e anni di carriera di chi fa le cose seriamente e vuole pretendere di avere una credibilità, quindi è ora di dire basta”

Calendario
<< < luglio 2019 > >>
dom lun mar mer gio ven sab
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
Promozione Culturale
Ultime Notizie
Eventi futuri
Agenda anno in corso
Storico Eventi
Convegni
Premio Honor et Dignitas
 
I nostri percorsi
Riflessioni di Don Pierluigi Di Piazza
Immigrazione
Pace
Presentazione libri
Rete di diritti di cittadinanza
Video
 
Associazione - centro di accoglienza "E. Balducci" ONLUS
Piazza della Chiesa, 1 - 33050 Zugliano (Udine)
email: segreteria@centrobalducci.org